News

2014: UN’ANNATA DIVERSA

_MG_5206

I viticoltori europei sono concordi: l’inverno mite e l’estate bagnata sono stati un banco di prova molto impegnativo.

Ogni annata ha i suoi punti di forza e i suoi punti deboli. Fin dalla scorsa estate si potevano individuare le criticità e adoperarsi per fronteggiarle con impegno.

Vi parlo con la convinzione che il peggio è alle spalle e che i risultati sono migliori di quanto potevo immaginare durante i mesi estivi. I vini sono accomunati da un profilo dove la struttura è più sottile (meno alcol) e dove i profumi e i gusti sono sostenuti da un’acidità sapida e matura che ne valorizza l’espressione. Questa è una situazione più favorevole per i bianchi, meno per i rossi.

E’ confermata la produzione dei vini tradizionali e delle selezioni dai vigneti singoli, mentre abbiamo rinunciato alle vendemmie tardive e all’appassimento. Non abbiamo ancora rinunciato all’idea di produrre Lis, bianco top, se lo faremo, sarà dimostrato che il 2014 ha il suo potenziale e che la qualità può percorrere anche strade diverse.

Alvaro